Minnie Minoprio

Minnie Minoprio

Cantante, Attrice e Scrittrice italo/inglese,

Nel 1957, a 15 anni, esordì sulle scene teatrali londinesi in Cinderella, di Rodgers e Hammerstein. Nel 1959 fu notata da Walter Chiari e da Lelio Luttazzi, che la vollero nella rivista Io e la Margherita. Nel 1962, nuovamente in Inghilterra, fu protagonista in una riduzione teatrale della fiaba Il principe e la rana dei fratelli Grimm, ed in musical e spettacoli di rivista a Coventry, Londra e Windsor. Dopo essere rientrata in Italia cominciò a muovere i primi passi nel mondo del jazz, cantando con Romano Mussolini, Tony Scott, e Basso e Valdambrini Quartet. Ebbe in teatro un ruolo nella commedia musicale Ciao Rudy di Garinei e Giovannini e apparve in televisione in alcuni varietà quali Noi maggiorenni e Noi canzonieri con Carlo Loffredo. Nel 1968 pubblicò con il jazzista Marcello Rosa il suo primo 45 giri in italiano, Hélène/Cosa c’è di male se…, un brano dixieland come voleva la moda del momento.
All’inizio degli anni settanta raggiunse un grande successo popolare in seguito alla sua clamorosa apparizione nella rivista televisiva Speciale per noi, nella quale accompagnava, con la canzone ‘Quando mi dici così’, sigla di chiusura della trasmissione cantata da Fred Bongusto. La sua esibizione provocò perfino un’interrogazione parlamentare, perché ritenuta “troppo sexy”[1]. Partecipò nel 1972 ai varietà Sai che ti dico?, con Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, e ‘Più che altro un varietà’ con Gianfranco Funari, e a numerose trasmissioni radiofoniche fra cui Gran varietà con Johnny Dorelli. Fu protagonista di caroselli di successo per caramelle, (Dufour) creme di bellezza (Danusa) e liquori, (Artic). Nel 1974 creò una produzione di spettacoli musicali viaggianti che portò ovunque in Italia, Fra i suoi scritturati, Tony Dallara, i Brutos, Bungaro, Pamela Prati e molti altri. E’ stata vedette del gala del gran Premio di Montecarlo, e molti festival in Italia e all’estero, partecipando ai programmi delle più importanti reti televisive private. E’stata primadonna in teatro, con Lando Buzzanca (Forse sarà la musica del mare), con Enrico Beruschi (L’angelo azzurro) con Oreste Lionello (My fair Minnie) con Aldo Giuffré (La Presidentessa) e con il teatro Martoglio di Belpasso. Nel 1986 con ‘Jazz Story’ ritorna al primo amore, e da allora si dedica al jazz con vari gruppi, incidendo dischi in Italia e negli Stati uniti, componendo musica, cantando in concerti e fondando con il marito Carlo Mezzano il locale ‘ Cotton Club’ a Roma. Paroliera e autrice di testi radiofonici negli anni ‘80, oggi ha al suo attivo sei romanzi, alcuni ispirati dalle sue variopinte esperienze personali.

I miei Libri

La mia Discografia